Launeddas

Presentazione
· il laboratorio
· Carlos Santa Maria
· l' amore per la musica
Gli Strumenti
· alfabetico
· provenienza
· categorie
Corsi
Narada News
Contatti
Home

Strumento musicale policalamo ad ancia battente, originario della Sardegna. uno strumento di origini antichissime in grado di produrre polifonia, suonato con la tecnica della respirazione circolare ed costruito utilizzando diversi tipi di canne. Lo strumento formato da tre canne che possono avere diverse misure e spessore, e terminano con la cabitzina dove ricavata l'ancia. Il basso la canna pi lunga e fornisce una sola nota: quella della tonica su cui intonato l'intero strumento (bordone), ed privo di fori. La seconda canna ha la funzione di produrre le note dell'accompagnamento e viene legata con spago impeciato al basso La terza canna libera, ed ha la funzione di produrre le note della melodia. A distanze prestabilite vengono intagliati quattro fori rettangolari per la diteggiatura delle note musicali. Un quinto foro praticato nella parte terminale delle canne. Le ance, realizzate sempre in canna, sono semplici, battenti ed escisse in unico taglio sino al nodo. L'accordatura viene effettuata appesantendo o alleggerendo le ance con l'ausilio di cera d'api. Esistono diversi tipi di launeddas. Strumenti simili, suonati con tecniche simili, sono presenti nell'Africa Settentrionale ed in Medio Oriente, rivelando la frequentazione e lo scambio dei Sardi con queste aree nelle epoche passate.